Salvini: con Lega al Viminale possibile combattere criminalità

featured 1644237
featured 1644237

Bologna, 2 set. (askanews) – “Non posso promettere che con la vittoria della Lega” il 25 settembre, in Italia “non ci saranno più reati, furti, scippi, rapine e violenze”, però con la Lega “al ministero degli Interni abbiamo dimostrato che la lotta alla criminalità organizzata è possibile, che fermare gli sbarchi di massa è possibile, che assumere poliziotti e accendere telecamere è possibile”. Lo ha detto il segretario della Lega, Matteo Salvini, a margine della presentazione dei candidati alle elezioni del 25 settembre a Bologna.

“Stando ai dati il problema sicurezza c’è, ahimè, crescente in tutta Italia” ha detto Salvini a chi gli chiedeva un commento sul recente femminicidio avvenuto a Bologna nei giorni scorsi. “Ieri ero nella tranquilla Parma e nella tranquilla Piacenza e ci sono, negli ultimi giorni, stupri, scippi, rapine, violenze in carcere e violenze in condominio – ha proseguito -. Non è qualcosa che mi rende sereno, anzi”.

Poi “non posso ovviamente promettere che con la vittoria della Lega non ci saranno più reati, furti, scippi, rapine e violenze, però – ha spiegato il segretario – al ministero degli interni abbiamo dimostrato che la lotta alla criminalità organizzata è possibile, che fermare gli sbarchi di massa è possibile, che assumere poliziotti e accendere telecamere è possibile. A sinistra dicono che ‘Salvini quasi ci gode’ (quando ci sono episodi di violenza come quello di Bologna, ndr.). No io vorrei occuparmi di lavoro, di facoltà di medicina con il libero accesso, di energia pulita e di nucleare sicuro. Il tema sicurezza è ahimè un tema irrisolto e l’attuale ministro non l’ho visto particolarmente presente e brillante”.