Coronavirus, Salvini: "Ci hanno chiesto aiuto, noi ci siamo"

webinfo@adnkronos.com

"Ci si è chiesto un aiuto, un contributo, noi ci siamo, come opposizione al completo, vogliamo risolvere, vogliamo collaborare". Lo dice Matteo Salvini, lasciando Palazzo Chigi dopo l'incontro del centrodestra con il premier Giuseppe Conte. "Sicuramente non possiamo fare da comparse che assistono alle scelte di altri, noi abbiamo portato centinaia di proposte, per risolvere i problemi di oggi". "Le aziende hanno bisogno di soldi oggi per non licenziare, noi non pensiamo a un'Italia basata sulla precarietà, sulla fame", aggiunge Salvini. 

Inoltre "ci siamo permessi di dire al presidente del Consiglio che le circolari del ministero dell'Interno, che parlano di 'passeggiate condominiali' non aiutano alla soluzione del problema".  

"Abbiamo riproposto i problemi, sperando di avere attenzione concreta, che partono dalle mascherine, ci aspettiamo che lo Stato assolva al suo dovere e garantisca a tutti la sicurezza. C'è poi il problema dei mutui, degli affitti" sottolinea il leader della Lega al termine dell'incontro.