Salvini: Conte? Umanamente pensavo fosse una persona diversa

Vep

Roma, 23 set. (askanews) - "In politica non ci si meraviglia più di niente" ma "umanamente pensavo fosse una persona diversa il signor Conte. Tutto quello che ho fatto sull'immigrazione era proposto e concordato... E da quindici giorni è tutta un'altra roba: gli stavo sulle palle, ero razzista, pericoloso... Io non riuscirei a cambiare faccia così, io mai nella vita vorrei essere al suo posto. Se a me avessero detto vai al governo con il Pd avrei risposto posa il fiasco". Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini in diretta a "Non Stop news" su Rtl 102.5

"Conte ha messo il suo interesse personale, la sua sopravvivenza politica al di sopra di tutto" ha aggiunto ribadendo che "gli italiani non sopportano il tradimento".