Salvini contro Conte sulla giustizia: “Dica quanto durano i processi”

salvini-conte-giustizia

Matteo Salvini se la prende nuovamente con il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e questa volta lo fa sul tema della giustizia durante un diretta video andata in onda mentre il leader della Lega stava partendo dall’aeroporto di Fiumicino. Al centro dell’invettiva di Salvini contro l’esecutivo c’è soprattutto la durata dei processi, la cui lunghezza continua ad essere purtroppo una triste costante del nostro Paese.

Salvini contro Conte sulla giustizia

L’ex ministro dell’Interno ha puntato il dito contro la mancata riforma della giustizia, prevista dal precedente governo giallo-verde, che sarebbe invece stata accantonata dall’attuale esecutivo: “Così come sulla giustizia speriamo che questo governo spieghi agli italiani quanto durano i processi e quanto siamo innocenti o tutti colpevoli a prescindere”.

In particolare, Salvini pone l’accento sulla durata dei processi in Italia definendo una “barbarie” l’attuale stato delle cose: “La Lega è a disposizione di chiunque, maggioranza o opposizione, voglia seriamente lavorare perché tutti i processi abbiano un inizio o una fine e non siano tutti sotto processo per tutta la vita, sarebbe una barbarie”.

La riforma del codice penale

Nel finale della diretta, Matteo Salvini ha inoltre criticato il Presidente del Consiglio per i continui insulti che a suo dire rivolgerebbe quotidianamente alla Lega, suo ex alleato di governo: “L’accordo col M5s prevedeva una riforma del processo penale che si è persa nei meandri per Parlamento e di Palazzo Chigi. Speriamo che il signor Conte, al di là degli insulti a me e alla Lega che lo contraddistinguono quotidianamente, riesca ad avere tempo per dedicare un po’ di attenzione alla riforma del codice degli appalti e dei processi.