Salvini contro le sardine a Modena: “La promotrice ha invocato il mio omicidio”

salvini contro sardine

Dopo il successo ottenuto a Bologna, dove i manifestanti anti-Lega hanno riempito Piazza Maggiore, le “sardine” scendono nuovamente in campo per protestare contro Matteo Salvini durante la campagna elettorale verso le elezioni regionali in Emilia Romagna. Questa volta, teatro del flash mob sarà Piazza Grande a Modena. A poche ore dall’inizio della manifestazione, il leader del Carroccio ha accusato una delle organizzatrici di Piazza Maggiore di invocare il suo omicidio per mano di un “giustiziere”.

Modena, Salvini contro le sardine

“Una delle ‘sardine democratiche’ che sarà in piazza oggi a Modena contro di me, poco tempo fa invocava il mio omicidio da parte di un giustiziere e mi raffigurava a testa in giù. Bella roba.”, scrive Salvini su Facebook, pubblicando (come accaduto già in passato con altri contestatori) una foto che ritrae la ragazza in questione e il post in cui, lo scorso maggio, invocava “un giustiziere sociale, di quelli che compaiono nella storia, che dopo aver ucciso vengono marcati come anarchici”. Il post della “sardina” riportava, inoltre, un’immagine dell’allora vicepremier capovolto. La ragazza, studentessa di Storia e Filosofia, non ha al momento rilasciato alcuna dichiarazione a riguardo.

Aspetto reazioni indignate di giornalisti, politici e merluzzi. Viva Modena, viva l’Emilia-Romagna, viva la Libertà e la Democrazia, ma quelle vere”, conclude il leader leghista.

Flash mob a Modena

Il flash mob delle “sardine” modenesi è previsto per le ore 19 in Piazza Grande, oltre un’ora prima dell’arrivo di Salvini in città per una cena. I manifestanti assicurano di non essere interessati allo scontro diretto con il leader del Carroccio. “Ci interessa il messaggio, cioè che siamo stufi della politica dell’odio“, spiegano gli organizzatori.