Salvini:da me confisca ville mafiosi, Zingaretti chiude ospedali

Tor

Roma, 23 gen. (askanews) - "Mentre lui chiudeva ospedali nel Lazio, io coordinavo una squadra che confiscava ville e milioni di euro ai mafiosi in tutta Italia. Ricordo, tra le altre, l'inaugurazione del Commissariato a Corleone, dell'oratorio a Platì, della nuova agenzia per i beni confiscati a Milano e il raddoppio del personale e dei fondi in Campania. Le minacce di morte dei Casamonica e di altri delinquenti per me sono una medaglia: c'è un PD che chiacchiera, c'è una Lega che fa". Lo ha dichiarato il leader della Lega Matteo Salvini, replicando al segretario del Pd Nicola Zingaretti, Governatore del Lazio.

Salvini ha ricordato, in particolare, che "da ministro dell'interno ha fatto eseguire 6.802 sequestri da 3,8 miliardi e 3.644 confische da 3,7 miliardi".

"Evidentemente dalle parti di Zingaretti - ha affermato ancora- si vivono ore di disperazione: se ci attaccano per Sanremo, per Bruno Vespa e Mihajlovic è perché argomenti positivi non ne hanno". E il leader della Lega ha poi concluso: "Ps. Ieri ci sono state quelle di Di Maio, lunedi ci saranno le dimissioni di qualche altro leader della maggioranza"