Salvini e l’inchiesta sulla Russia: “Mai preso soldi da Malofeev”

salvini inchiesta russia

Matteo Salvini giudica “surreale” l’inchiesta condotta da Report sui legami tra la Lega e la Russia, che partono ben prima dello scoppio dello scandalo dell’hotel Metropol. Ospite a Porta a porta, l’ex ministro dell’Interno ha commentato il servizio di Giorgio Mottola, ammettendo di aver incontrato personalmente l’ex oligarca russo Konstantin Malofeev ma negando di aver mai ricevuto soldi da quest’ultimo.

Salvini commenta l’inchiesta sulla Russia

Quello tra Salvini e Malofeev resta al momento un rapporto dai contorni poco chiari. L’Unione Europea ha inserito l’ex oligarca nella lista delle persone non gradite negli Stati membri, a causa dei presunti finanziamenti che Malofeev avrebbe versato per supportare la guerra in Crimea. Fondatore dell’emittente televisiva locale Tsatgarad.tv, è inoltre noto per le sue posizioni ultraconservatrici e ortodosse in campo politico e religioso.

L’inchiesta di Report rivela l’esistenza di materiale fotografico che testimonia un incontro tra Salvini e Malofeev fuori dall’hotel Metropol , il 17 ottobre 2018. Ma i contatti tra i due risalirebbero a diverso tempo prima. Già nel 2013, l’ex vicepremier ha invitato l’oligarca al congresso della Lega in cui è stato nominato segretario di partito.

Sì, l’ho incontrato. Incontro centinaia di persone che non mi hanno mai dato una lira” ha commentato Salvini a Porta a porta. “Quando incontro le persone non sono solito chiedere soldi”. A proposito dell’inchiesta di Report, il leader della Lega ha aggiunto: “Ora mi aspetto che qualcuno mi chieda scusa“. Nei giorni precedenti l’ex ministro aveva dichiarato di non aver neppure guardato la puntata del programma dedicata allo scandalo Moscopoli. Durante una raccolta firme in Piazza Epiro, ha dichiarato: “La puntata di Report? Ieri sera ho visto il film di Checco Zalone“.