Salvini e la citofonata, parla il ragazzo: "Ho 17 anni, non è vero che spaccio"

webinfo@adnkronos.com

Durante un blitz a Bologna, nel quartiere periferico del Pilastro, il leader della Lega, Matteo Salvini, ha citofonato alla casa di una famiglia di origine tunisina accusata, da una residente della zona, di spacciare droga.  

Tutto è avvenuto in diretta su Facebook, coi nomi delle persone coinvolte ripetuti più volte. A Fanpage.it parla il giovane indicato come presunto spacciatore: "Io non faccio queste cose. Ho 17 anni, vado a scuola, faccio la vita di qualsiasi altro studente".  

"Ho precedenti, ma sono pulito da un bel po'" aggiunge poi suo fratello maggiore, che fra l'altro non vive più nella zona già da tempo. 

Salvini: "Citofonata? Chi spaccia droga vende morte"