Salvini: esecutivo Conte paralizzato, noi pronti per governare

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 30 dic. (askanews) - Il governo guidato da Giuseppe Conte "è paralizzato", il centrodestra è "una opposizione seria e costruttiva" e "a differenza dell'attuale maggioranza parlamentare abbiamo progetti, visione e consenso. Siamo pronti per governare". Lo scrive sul Corriere della Sera Matteo Salvini.

"La Lega e tutto il centrodestra - sottolinea il leader della Lega - hanno confermato di essere opposizione seria e costruttiva. Lo dimostriamo in Parlamento — dove abbiamo votato lo Scostamento per sollecitare interventi immediati a favore di partite Iva, famiglie e imprese — ma anche nei Comuni e nelle Regioni".

Salvini sostiene che "non è facile interloquire con un governo perennemente paralizzato dalle lotte di potere. Come spesso abbiamo letto anche sul Corriere, il capo dello Stato ha auspicato un dialogo tra maggioranza e opposizione. Eppure è dal 10 dicembre (quando rispose a un mio messaggio, promettendo un incontro) che attendo un cenno dal presidente del Consiglio". Mentre Conte, rileva, "è impegnato a respingere gli attacchi della sua stessa maggioranza, noi stiamo pensando alle priorità su cui concentreremo i nostri sforzi nel 2021". Dalla sanità al Recovery plan, dalla scuola alla fiscalità ricorda Salvini.

Per l'ex ministro dell'Interno "il governo non ha una visione: non riesce nemmeno a decidere sul Ponte sullo Stretto, che darebbe nuova centralità all'Italia anche nella logistica del Mediterraneo". Di fronte alla situazione del Paese "la politica del rinvio e dei bonus mancetta non può durare per sempre. Sono anche questi atteggiamenti che ci fanno perdere credibilità in Europa, non i «sovranisti»".

Salvini rammenta che "come leader del primo partito del Paese ho coinvolto tutto il centrodestra, compresi i gruppi parlamentari più piccoli ma non meno importanti, per essere più incisivi come suggerito anche dagli alleati a partire da Silvio Berlusconi. Governiamo 14 Regioni su 20, migliaia di Comuni, tutti i sondaggi indicano la nostra coalizione come prevalente nell'orientamento dei cittadini. A differenza dell'attuale maggioranza parlamentare - assicura - abbiamo progetti, visione e consenso. Siamo pronti per governare".