Salvini 'ferrarista', Cavallino sul cappello e cita il Drake

webinfo@adnkronos.com

Cappellino rosso con il Cavallino, riferimenti ripetuti a Enzo Ferrari, il 'Drake'. Matteo Salvini, a Maranello in vista delle elezioni regionali in programma il 26 gennaio in Emilia-Romagna, sceglie la Ferrari come elemento caratterizzante del comizio tenuto con Lucia Borgonzoni, candidata alla presidenza della regione. Il leader della Lega sale sul palco indossando il cappellino con il Cavallino, simbolo inconfondibile della Casa di Maranello. 

"Lasciatemi dire, questa è una bellissima piazza. Parlare davanti all'auditorium Enzo Ferrari... Enzo Ferrari era un genio. A differenza di qualcuno che vede lo stato, lo stato, lo stato... diceva che un'azienda è composta in primis dagli uomini che ci lavorano, poi dai macchinari e dai muri", dice ricordando la figura di Enzo Ferrari. Il 'Drake', come era soprannominato il fondatore del Cavallino, torna anche in un altro passaggio: "Sempre Enzo Ferrari diceva che la vittoria più bella è quella che deve ancora arrivare. E' una lezione di vita che dovete portare a casa Sognate, sognate, sognate. Una delle vittorie più belle sarà quella che arriverà il 26 gennaio", dice Salvini.