Salvini, gaffe su Twitter: confonde San Matteo con Gesù

salvini rosario

Tra santini e crocifissi baciati Matteo Salvini negli ultimi tempi non ha voluto nascondere la sua svolta cattolica. Spesso si è trovato ad unire la religione al suo ruolo politico, non dimostrandosi però non perfettamente ferrato in materia. E’ il caso di un post pubblicato su Twitter: “Mi danno del nazista e si dicono cristiani…Come rispondo? Con le parole di San Matteo: amate i vostri nemici, fate del bene a chi vi odia e pregate per chi vi perseguita e vi calunnia. Amen“. Le parole citate però non sono affatto attribuite a San Matteo, ma a Gesù.

Salvini, la gaffe su Twitter

In uno dei suoi ultimi tweet, Matteo Salvini ha attaccato duramente Famiglia Cristiana, che in un editoriale lo aveva fortemente criticato. “Luciana Lamorgese prefetto riporterà il Viminale ai suoi compiti, che sono quelli di garantire ordine e sicurezza laddove ce n’é veramente bisogno, senza utilizzarlo come strumento di propaganda a colpi di tweet – scrivevano – e senza invelenire il Paese con l’odio verso i migranti, rom e altri poveri disgraziati utili solo per gonfiare la pancia del Paese e a costituire da “nemico” per alimentare la macchina del consenso“. Nell’editoriale venivano poi citati Licurgo e Goebbels, accostamenti che non sono certo al diretto interessato.

tweet salvini

La risposta di Salvini

Nel rispondere su Twitter, però, il leader del Carroccio ha fatto confusione attribuendo a San Matteo delle parole tratte, sì, dal vangelo secondo Matteo, ma attribuite in realtà a Gesù: “Amate i vostri nemici, fate del bene a chi vi odia e pregate per chi vi perseguita e vi calunnia”.