Salvini: green pass? Aspetto di vedere cosa arriva in Cdm

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 14 set. (askanews) - "Non ho ancora visto nessun documento, sono solito leggere i documenti prima di commentarli, nessuno ci ha detto niente, quindi...". Il segretario della Lega Matteo Salvini risponde così, a margine di una iniziativa a Milano, a chi gliede la posizione della Lega sull'estensione dell'obbligo del green pass ai lavoratori dipendenti pubblici e privati.

A chi gli chiede se l'estensione dell'obbligo sarebbe una sconfitta per la Lega, replica: "Io faccio quello che serve al Paese". Alla successiva domanda se dunque il green pass serva al Paese, risponde: "Saremmo gli unici in Europa a farlo". Quindi non è d'accordo? "Aspetto di leggere cosa c'è scritto".

Alle domanda sulle diverse posizioni in materia all'interno della Lega, Salvini replica: "Zaia ha appena detto che va usato in maniera limitata, siamo contro l'obbligo vaccinale, sono perfettamente d'accordo con quello che ha detto Zaia".

Salvini dunque ribadisce: "Chiediamo milioni di tamponi rapidi gratuiti o a basso prezzo. Regione Lombardia ha vaccinato l'80% dei cittadini liberamente, spontaneamente, e quindi non servono obblighi e costrizioni. Ci hanno detto che l'immunità si sarebbe raggiunta con il 70-80% dei vaccinati, ci siamo, ringraziamo chi si è vaccinato, io tra loro, ma non possiamo rovinare o annullare la vita di chi ha fatto un'altra scelta. Il tampone rapido e gratuito è una soluzione, spero che nessuno si metta di traverso".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli