Salvini: "Ho chiesto un incontro a Draghi, sono preoccupato"

·2 minuto per la lettura
(Photo by Simona Granati - Corbis/Corbis via Getty Images)
(Photo by Simona Granati - Corbis/Corbis via Getty Images)

Il leader della Lega Matteo Salvini ha tante preoccupazioni. Varie le questioni che lo agitano: l'entrata in vigore del Green Pass obbligatorio a partire da venerdì 15 ottobre, ma anche l'attacco alla sede della Cgil durante le manifestazioni a Roma, così come il G20 previsto nella capitale a fine mese. Il numero 1 del Carroccio ha quindi voluto chiedere un incontro con il premier Draghi per parlare di tutto a tu per tu. 

"Ho chiesto un incontro a Draghi, sono preoccupato: serve una pacificazione nazionale", ha detto in occasione della conferenza stampa del centrodestra al Tempio di Adriano, a cui ha preso parte insieme a Giorgia Meloni e Antonio Tajani per sostenere il candidato sindaco di Roma Enrico Michetti, in vista del ballottaggio del 17 e 18 ottobre.

VIDEO - Richard Gere testimonierà contro Salvini nel processo Open Arms, ecco come risponde il leader della Lega

Con l'obbligatorietà del Green Pass sul luogo di lavoro, ha spiegato Salvini, "c’è il rischio di mettere in mezzo alla strada 17mila poliziotti. Cinque milioni di lavoratori sono a rischio stipendio, i poveri sono sempre più poveri, ci sono i nodi bollette, tasse, Equitalia, riforma del catasto e Fornero". 

Quanto all'attacco alla sede Cgil e della presunta matrice fascista ha invece sottolineato: "Fascismo e comunismo sono stati sconfitti dalla storia". 

Il leader della Lega ha inoltre dichiarato di non avere "particolare stima né fiducia" nei confronti di alcuni ministri, ma non ha fatto nomi. Da qui, comunque, le sue preoccupazioni per il G20 del 30 e 31 ottobre in cui si discuterà della crisi umanitaria in Afghanistan: "Non sono riusciti a fermare cinque imbecilli, che non hanno idee politiche, cinque criminali. Al G20 non possiamo fallire davanti ai grandi del mondo".

VIDEO - Tommaso Zorzi e la domanda sospettosa rivolta a Salvini

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli