Salvini: "Ho l'impressione che ci sia un disegno per svendere l'Italia"

 "Abbiamo l'impressione, se non la certezza, che ci sia un disegno, che parte da lontano, non dall'Italia, per la svendita del Paese". È l'accusa che Matteo Salvini muove dalla Loggia alla Vetrata del Quirinale, dopo il colloquio con Mattarella per le consultazioni. "Non sarebbe rispettoso per gli italiani. Poi - annota - ci si chiede perché tanti italiani non vanno piu' a votare". 

"Il presidente del consiglio l'hanno trovato a Biarritz su indicazione di Parigi Berlino e Bruxelles", ha proseguito Salvini, parlando di un nuovo "Monti bis" che unisce due partiti, M5s e Pd, solo "l'odio contro la Lega". 

 "L'Italia non puo' essere ostaggio dei cacciatori di poltrone", ha proseguito, "la Lega rimane baluardo, non vinciamo tra due mesi, dobbiamo aspettare sei mesi o un anno per vincere? Non abbiamo fretta. Sono convinto che comunque vada il giudizio popolare lo devi affrontare e noi lo affrontiamo a testa alta, gli italiani hanno memoria lunga".