Salvini: "Il 5 x mille alle forze dell'ordine"

webinfo@adnkronos.com

"Mi stavo messaggiando con uomini della Questura di Milano, mi dicono che per la prima volta i poliziotti devono anticipare i soldi per comprare i loro vestiti, e poi verranno rimborsati. Ecco, anche per questa ragione il 5permille" da poter destinare alle forze della sicurezza "è più che mai necessario". Matteo Salvini, in conferenza stampa al Senato, in sala Koch, prende la parola per presentare il disegno di legge della Lega a favore delle forze dell'ordine. Con lui i vertici della Lega, a partire dal capogruppo in Senato Massimiliano Romeo. 

Un testo a prima firma Gianfranco Rufa, che il Carroccio ha depositato per "estendere - come si legge nel ddl - la destinazione del 5 per mille, al finanziamento della Guardia di finanza, della Polizia di Stato, dell'Arma dei carabinieri e e del corpo nazionale dei vigili del fuoco".  

Il testo di modifica al decreto-legge 25 marzo 2010 secondo Rufa "è un gesto concreto verso chi protegge le nostre vite", mentre sottolinea l'ex sottosegretario all'Interno Nicola Molteni, "dimostra l'attenzione della Lega al mondo delle donne e degli uomini in divisa". Per Matteo Salvini "ora la sicurezza sembra invece completamente sparita dall'agenda di questo governo", dice tra gli applausi della sala. "Noi - aggiunge Romeo - con Salvini al ministero, abbiamo ridato dignità e rispetto alle forze di sicurezza". 

Tra i presenti al tavolo anche il senatore Roberto Calderoli, che ricorda come "noi non siamo solo l'opposizione in grado di bloccare proposte indecenti come lo ius soli, ma anche in grado di fare proposte concrete". "La settimana prossima - spiega - presenteremo tre nostre proposte di legge".