Salvini incontra polizia locale nell'ex Stalingrado d'Italia, oggi Sesto ha record Daspo urbani

(Adnkronos) - Incontro tra Matteo Salvini e le forze di polizia locale di Sesto San Giovanni, con il leader della Lega che si è intrattenuto con il comandante della polizia locale, Fabio Brighel, complimentandosi per il lavoro fatto. A Sesto San Giovanni, il centrodestra appoggia Roberto Di Stefano, l'attuale sindaco, candidato per la riconferma. L'ex ministro dell'interno ha salutato gli agenti locali - con tanto di foto di gruppo - in compagnia di Claudio D'Amico, assessore leghista uscente alla sicurezza, alle politiche abitative e alle relazioni internazionale dell'ex Stalingrado d'Italia, conquistata 5 anni fa dal centrodestra.

"Sono felice di poter dire che grazie alla polizia locale e al lavoro delle altre forze dell'ordine, abbiamo raggiunto risultati straordinari", spiega all'AdnKronos D'Amico, che ricorda i dati sulla 'sicurezza': "In questa consiliatura sono stati fatti 47 sequestri di droga, a fronte di un unico sequestro nei 5 anni precedenti". E ancora: "Sono stati effettuati anche 56 tra arresti e fermi di delinquenti da parte della polizia locale, che ha dimostrato lo stesso valore e capacità di tutte le altre forze di polizia, chiarendo che quando si vuole raggiungere l'obiettivo di perseguire certi reati gli agenti locali sanno come muoversi".

Poi il dato significativo, "un vero e proprio record nazionale, la nostra cittadina - ha ricordato D'Amico, oggi candidato capolista per la Lega - è quello dei Daspo urbani, che sono stati mille, abbiamo così ripulito le strade di Sesto dalle persone moleste e dai piccoli delinquenti". "Ringrazio anche per questo Matteo Salvini - ha concluso D'Amico, che collaborò con il leader leghista a P.Chigi quando era vicepremier - per aver incontrato il comandante Fabio Brighel, in rappresentanza di tutto il corpo locale".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli