Salvini incontra Zingaretti: bisogna deporre l’ascia di guerra

·1 minuto per la lettura
Salvini incontra Zingaretti: bisogna deporre l’ascia di guerra
Salvini incontra Zingaretti: bisogna deporre l’ascia di guerra

Roma, 16 feb. (askanews) – “Se voglio incontrare qualcuno di nascosto lo incontro alla Camera dei deputati. Se voglio incontrare di nascosto qualcuno lo incontro nel mio ufficio alla Camera dei deputati in pieno

centro a Roma… Sto incontrando e sentendo al telefono i responsabili di tutti i partiti, dal Pd ai 5stelle, da Forza Italia a Renzi… Perché, ripeto, c’è un momento in cui bisogna deporre l’ascia di guerra e le bandiere di partito risolvere il problema della salute, del lavoro e delle riaperture”: lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini – intervistato da Andrea Lucatello e Riccardo Quadrano a The Breakfast club su Radio Capital – confermando l’incontro di lunedì 15 febbraio con il segretario del Pd Nicola Zingaretti.

Di cosa ha parlato con Zingaretti, chiedono i conduttori.

“Sono stato un’ora al Mise con il neo-ministro (Giancarlo) Giorgetti, ci sono 140 crisi aziendali, dalla Whirpool a Embraco, da Ilva ad Alitalia e sono ferme da mesi, io non commento il perché, chi c’era prima ha fermato tutto, ma questi sono uomini e donne che rischiano di perdere il posto di lavoro, il 31 marzo c’è lo sblocco dei licenziamenti o si interviene per tempo, dando alle imprese quei denari che possono permettere loro di non licenziare o fra un mese sarà un casino”, ha ribadito il leader della Lega.