Salvini: "L'alternativa al lockdown sono i tamponi e le cure a domicilio"

·1 minuto per la lettura

AGI - "Cure a domicilio per evitare di intasare gli ospedali: oggi i numeri ci dicono che le terapie intensive sono piene, per quanto riguarda il covid, al 25%. Ma il problema sono le migliaia di persone che vengono spedite in ospedali, che dal medico o dal 118 vengono mandate in ospedale e bloccano l'attività ospedaliera e mettono in difficoltà il lavoro del personale sanitario". Lo ha detto Matteo Salvini in diretta Instagram.

"Servono cure a domicilio e tamponi a domicilio perché non si possono costringere giovani ed anziani a stare ore in fila per il tampo e tutto perché il commissario e il governo dormono", ha aggiunto. "Non devono essere più gli italiani a uscire rischiando di infettarsi, ma deve essere lo Stato ad avvicinarsi. C'è una alternativa e noi la stiamo proponendo da mesi in parlamento", aggiunge Salvini".