Salvini: "Lamorgese ministro fallimentare, non è all'altezza"

·1 minuto per la lettura

''Io penso molto semplicemente che l'attuale ministro dell'Interno non sia all'altezza di una situazione così delicata come questa. Io guardo i dati. La gestione della Lamorgese è fallimentare da tutti i punti di vista. Dal punto di vista dell'immigrazione, dei rave e party abusivi". Matteo Salvini, leader della Lega, boccia senza appello l'operato del ministro dell'Interno, Luciana Lamorgese.

Senza contare "l'incremento dei reati, delle baby gang che in estate hanno sfasciato le riviere e poi sul tema dell'ordine pubblico... L'ordine pubblico va gestito in maniera sensata, non come sabato scorso. Il signore che poi ha guidato l'assalto alla Cgil non doveva essere lì", dice Salvini a Radio anch'io, soffermandosi in particolare sulla figura di Giuliano Castellino, leader di Forza Nuova, e sulle violenze che hanno accompagnato la manifestazione No Green Pass a Roma sabato 9 ottobre. Castellino "aveva un Daspo, non può andare allo stadio, ha il braccialetto elettronico. C'erano state due richieste d'arresto''.

Capito Green Pass: domani entra in vigore l'obbligo di certificato verde sul lavoro. Alcuni settori - porti, trasporti, logistica - rischiano lo stop. ''Bisogna semplificare la vita, non complicarla. Questa esigenza è stata condivisa con Draghi. Servono tamponi gratuiti. Occorre buon senso'', agire "con equilibrio'', dice Salvini.

"Innanzitutto proponiamoli questi tamponi gratuiti perchè anche chi li vuole fare non è in grado di farli. Quattro-cinque-sei-otto milioni di persone che vanno in farmacia mettono in tilt il sistema. Occorre, quindi, usare buon senso ed equilibrio senza contrapposizione di forze. Occorre gestire l'ordine pubblico in maniera sensata, non come accaduto la settimana scorsa a Roma'', aggiunge.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli