Salvini lascia il Viminale, la foto con Pandini: “Affittasi, torniamo presto”

Salvini Viminale foto Pandini

In attesa che venga nominato il suo sostituto, Matteo Salvini ha dovuto lasciare il Viminale dopo quattordici mesi. Tramite social, il leader leghista ha salutato il dicastero e il suo personale con parole commosse. Ma l’addio non è definitivo, avverte con una foto su Instagram l’addetto alla comunicazione del Ministro dell’Interno Matteo Pandini.

Foto Pandini

Salvini lascia il Viminale

La foto è stata scattata davanti alla porta del Viminale e ritrae l’ex ministro Matteo Salvini in compagnia dell’addetto alla comunicazione del Ministero, Matteo Pandini. Sull’immagine campeggia la scritta: “Torniamo presto“. Sulla porta è stato appeso un foglio di carta bianco con la scritta: “Se n’è andato. Affittasi!“.

Chi è Matteo Pandini

Dalla provincia di Bergamo all’ufficio stampa del Ministero dell’Interno. Matteo Pandini, 38 anni, ha esordito nel mondo della carta stampata come giornalista nella bergamasca. Ha collaborato con Libero e con Il Giorno. Il primo incontro con Matteo Salvini è avvenuto alla fine degli anni Novanta. Dal loro rapporto è nato, nel 2016, è libro Secondo Matteo. Il volume, firmato dallo stesso leader leghista, è stato scritto con la collaborazione di Pandini e Rodolfo Sala. Tra le sue pubblicazioni si ricorda anche l’e-book La versione di Bossi.

“Ho visto delle lacrime”

Quando Salvini se n’è andato dal Viminale “molti hanno pianto”, ha dichiarato il leader leghista durante una diretta Facebook. “Poliziotti e vigili del fuoco mi hanno scritto: ‘Lei sarà sempre il nostro ministro’. Oggi ho salutato i dipendenti del Viminale e ho visto delle lacrime, mi hanno segnato”. Ma il vicepremier uscente non si rassegna: “Sarò orgoglioso di guidare nei prossimi mesi l’opposizione. Non vi libererete di me con un giochino di palazzo. Non mi conoscete, io non mollo. Secondo voi mi spaventa un Renzi qualunque? Mi spaventa stare all’opposizione per qualche mese?”.