Salvini:Lega garante stabilità governo,no partito unico c.destra

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 29 giu. (askanews) - "Noi vogliamo dare stabilità al governo, in questo anno e mezzo che ci aspetta, dividersi in Parlamento penso non sia utile". Lo afferma il leader della Lega Matteo Salvini in un'intervista al direttore della Stampa, Massimo Giannini, per la trasmissione "30 minuti al Massimo" pubblicata sul quotidiano.

"Nei prossimi mesi - spiega Salvini - ci sono tre riforme: pubblica amministrazione, fisco e giustizia. Da approvare da parte di un Parlamento che tecnicamente entra nel semestre bianco, durante il quale, qualunque cosa accada in aula, nessuno va a casa. Se i 5 stelle iniziano a farsi i dispetti, votandosi contro a scrutinio segreto, è un casino. Per questo io ho proposto la federazione del centrodestra, per garantire a Draghi e al governo che almeno noi siamo compatti". Detto questo il partito unico del centrodestra "non è all'ordine del giorno, come la vittoria della Champions da parte del Milan, di certo non l'anno prossimo. Il partito unico non è una cosa che nasce a tavolino o in laboratorio. Partiamo dalla collaborazione sui temi, dalla giustizia al fisco. Proporrò a Berlusconi una carta dei valori condivisi, da sottoporre a chi ci sta: libertà d'impresa, famiglia, innovazione, ambiente"

Il dibattito e lo scontro nel Movimento Cinquestelle, aggiunge il segretario del Carroccio, "più che una crisi di ruoli e di persone, mi pare una crisi di valori e di progetti. Spero che questo non abbia ripercussioni negative sull'operato del governo".

Infine, sulla legge Zan contro l'omofobia, Salvini chiarisce che Letta "mi ha mandato un messaggio. Gli ho detto che, se ci troviamo e togliamo i punti delicati e controversi anche secondo la Santa Sede, arriviamo a un accordo. Non capisco perchè si voglia portare l'ideologia in una questione che riguarda le persone: io sono per la libertà di amore, ma senza censura per chi ha un'idea di famiglia di un certo tipo e senza portare certi temi sui banchi di scuola dei bambini di 6 anni".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli