Salvini: "Litigano pure su nome e cognome"

webinfo@adnkronos.com

''Nel governo stanno litigando su tutto, persino sul loro nome e cognome. E' nato un nuovo partito. Questo governo non dura. Conto di vincere le elezioni con gli italiani, conto di vincerle dal portone principale, non con giochi di palazzo. Siamo pronti". Così Matteo Salvini ospite di 'Radio24'. "Noi presenteremo la nostra manovra economica con la flat tax, con la pace fiscale, il blocco dell'Iva" promette Salvini, che sull'abolizione delle accise promessa in campagna elettorale, taglia corto: "No, non quest'anno''. 

Quanto alla moneta elettronica, ovvero gli incentivi per pagare con bancomat invece che con i contanti, dice: "Perfetto, chi vuole lo fa, e paga di più, siamo in un paese libero o in Unione Sovietica? I soldi in banca sono già tassati vogliamo aiutare l'economia e i consumi o fare l'ennesimo regalo alle banche, con le commissioni sulle transazioni?'' 

Il leader della Lega aggiunge inoltre: "Conto di vincere le prossime elezioni, ma con gli italiani, a testa alta, passando per il portone principale, non per i giochi di palazzo''. "Non ho nessun obiettivo di andare addosso a Conte - sottolinea - io ho l'obiettivo di fare quello che serve all'Italia in questo momento, ovvero il taglio di tasse e burocrazia. Per fortuna, con Renzi non ho niente in comune''. 

"Le interrogazioni '' che la Lega presenterà presto in Parlamento sul premier''sono due interrogazioni presentate dal Pd, dai suoi attuali alleati, agli atti, che noi aggiorneremo e riguardano i potenziali conflitti di interesse e problemi di carriera. Conte dovrà chiarire agli italiani se i suoi attuali alleati mentivano o ha mentito lui" aggiunge Salvini. 

E sulla legge elettorale, ''hanno fatto un governo per disinnescare Salvini, fanno una legge elettorale per disinnescare Salvini - dice lil numero uno del Carroccio -. Mi domando se sia dignitoso''.