Salvini: lo Stato è casa mia, si entra se hai il permesso

Luc

Roma, 2 gen. (askanews) - "Domani deposito le mie memorie difensive in Senato, mi sento Silvio Pellico...le mie prigioni...le mie memorie difensive alla Giunta del Senato perché rischio un processo e una condanna fino a 15 anni di carcere perché ho bloccato lo sbarco di alcuni immigrati da una nave. Lo rifarò tale e quale". Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, in diretta facebook da Bormio.

"E quindi devo produrre memorie difensive lì con gli avvocati...ma che memorie difensive vuoi produrre? Lo Stato è come casa mia: prima suoni il campanello, il videocitofono, se suoni ti apro, se entri scavalcando il cancello ti prendo, ti metto sul primo barchino e ti rimando a casa perché a casa mia ci entri se hai il permesso di entrarci. Mi sembra un ragionamento banale", ha concluso.