Salvini: "Manovra blindata, Lega farà ricorso a Consulta"

webinfo@adnkronos.com

''Questa è una manovra blindata. La Lega farà ricorso alla Corte Costituzionale, perché si sono fregati di tutto e di tutti...''. Così il leader della Lega Matteo Salvini, oggi al Senato. ''Faremo ricorso alla Corte Costituzionale sui tempi e i contenuti della manovra. Anche sui modi e sulla mancanza di democrazia e trasparenza''. spiega. E sul futuro dell'esecutivo avverte: "Ovviamente non penso a nessun governo con Renzi, Di Maio e Zingaretti. La Lega non sosterrà nessun governo con loro. Vogliamo semplicemente avanzare delle proposte. L'unico esecutivo possibile dopo questo lo decidono gli italiani'', spiega, escludendo 'governissimi'. 

"Non penso neanche lontanamente a un altro presidente del Consiglio che non passi dal voto popolare'', dice ancora Salvini, che aggiunge: ''Noi intendiamo solo avanzare delle proposte. Almeno, però, se non vogliono fare un tavolo con la Lega, ascoltino. Quanto meno ascoltino le imprese, le categorie produttive'' Il voto è più lontano o vicino? ''Non lo so, da italiano spero che sia vicino, ma chiedetelo a Renzi, Di Maio e Zingaretti, dipende da loro''. Per quanto riguarda la legge elettorale, invece, "non è la priorità né mia, né del Paese". 

E mentre si prepara l'addio al vecchio Carroccio al prossimo congresso, sul futuro simbolo della Lega Salvini ci tiene a precisare: "No, il 'guerriero' c'è e il guerriero rimane''. Alberto da Giussano con lo spadone, quindi, non si tocca. Circola la voce sul nome 'Lega Italia', che ne pensa? ''Siamo Lega e rimaniamo Lega'', taglia corto il 'Capitano'.