Salvini: "Mettere 30 miliardi sul tavolo contro il caro bollette"

no credit

AGI - La preoccupazione degli italiani in questo momento sono le bollette. Si devono mettere sul tavolo 30 miliardi di euro a debito adesso per aiutare gli italiani a pagare le bollette" e "non capisco perché l'amica Giorgia (Meloni) su questo tentenni". A dirlo è il leader della Lega, Matteo Salvini, a Firenze, durante il convegno 'Istruire o educare? La scuola del merito, delle opportunità e delle competenze'.

"È una campagna elettorale un po' strana. Da una certa parte non arrivano proposte ma insulti, un campionario variegato di insulti. Su questo non si da' un bello spettacolo. Abbiamo di fronte mesi difficili", aggiunge il leader della Lega.

Il mio intervento in diretta dall'Auditorium di Firenze Fiera il convegno della Lega "È L'Italia che vogliamo", oggi parliamo di Scuola e delle idee della Lega per studenti, professori e personale scolastico. #25settembrevotoLega, io #credo nella scuola! https://t.co/9O1RwMCQeD

— Matteo Salvini (@matteosalvinimi) September 12, 2022

E ancora: "Se qualcuno pensa di poter fare a meno delle scuole paritarie è un incosciente, un folle che vive su Marte. Se pensi che le scuole paritarie siano quelle dei ricchi ignori volontariamente. Non ci sono per la Lega scuole di serie A e di serie B, come non esistono studenti di serie A o serie B. Vogliamo crescere in un Paese libero?".

"Per noi la scuola - conclude Salvini - non è qualcosa di cui rendersi conto di tanto in tanto, non è un bacino elettorale o sindacale, è il presente e il futuro di questo Paese e quindi ne parleremo anche dopo le elezioni".