Salvini: nelle Regioni vinco contro tutti. M5s alleati minori Pd

Vep

Roma, 21 set. (askanews) - "Da ora a maggio vanno alle urne 30 milioni di cittadini italiani" "non" è un voto politico è un voto territoriale. Ma visto che ci stanno negando la possibiltà di votare, diciamo che i cittadini di quelle regioni hanno una doppia chance". Lo afferma il leader della Lega Matteo Salvini in una intervista al Qn.

Guardando alle regioni "rosse", Umbria, Emilia Romagna e Toscana, Salvini osserva che "per la prima volta nella storia queste regioni sono contendibili. Per la prima volta in Umbria ed Emilia Romagna giochiamo per vincere. Sono emozionato". Per l'Umbria "facciamo gli scongiuri. Ma più che i numeri, in Umbria mi piace l'aria. È la tipica aria del cambiamento. La respiri paese per paese". Quanto ai rapporti all'interno del centrodestra, con gli alleati, osserva che "ci sono nove regioni al voto, non pretendo nove leghisti. Siamo una squadra, ogni giocatore avrà un ruolo". In Emilia Romagna Lucia Borgonzoni "non è solo la candidata della Lega, ci sono altre liste a suo sostegno. È di tutta la coalizione. L'accordo si trova". Come vede le prove di accordo per le Regionali in Umbria tra Pd e M5s? "Con la stessa vergogna dell'accordo nazionale. Facciano l'intesa, così sarà più chiaro il ruolo dei Cinquestelle. Si capirà che sono solo al servizio del Pd. Da rivoluzionari ad alleati minori del Pd".