Salvini: non capisco Conte, non è disvalore uscire dai palazzi

Bar

Roma, 20 ago. (askanews) - "L'Italia che vogliamo lasciare ai nostri figli ha radici nella Costituzione e nelle regole parlamentari, ma non ho capito i plurimi accenni del presidente del Consiglio al presunto disvalore di uscire dai palazzi per ascoltare gli italiani dove vivono e lavorano". Lo ha detto il vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini, leader della Lega, parlando nell'aula del Senato dopo l'intervento del capo del governo Giuseppe Conte.

"E' fondamentale - ha aggiunto - per un buon politico non perdere mai la voglia di ascoltare i cittadini, di raccogliere le critiche e i suggerimenti, altrimenti si rischia di parlare a se stessi".