Salvini: "Non ho pregiudizi su Draghi, ma basta tecnici"

·1 minuto per la lettura

AGI - "Su Draghi nessun pregiudizio, ma come si fa a rispondere adesso? Vediamo che idee ha, che squadra per realizzarle e in che tempi. Certo, ridare la parola agli italiani resta la via maestra" Cosi' il leader della Lega Matteo Salvini in un'intervista a La Stampa. Salvini spiega che "il centrodestra è compatto e continuerà a muoversi come ha fatto finora: tutto insieme. E comunque ci vuole un governo politico, basta con i tecnici".

"E' chiaro che anche nel centrodestra ci sono idee diverse. Pero' da settimane lavoro per tenerlo insieme e se abbiamo mandato a casa Conte è anche grazie alla nostra compattezza. Io sono il segretario del primo partito della coalizione e del Paese e ai miei alleati ho detto: andiamo ad ascoltare quel che Draghi ci dirà, valutiamo e troviamo una posizione comune. Questo è il mio obiettivo. Ma ne parleremo dopo che avremo incontrato Draghi. Farlo prima è inutile" spiega Salvini.

Salvini assicura che la Lega "avrà una posizione unica". "Siamo prontissimi a trattare sui temi concreti. Non andro' da lui a discutere dei massimi sistemi o di filosofia politica. Voglio sapere cosa vuole fare sul taglio delle tasse, sulla riapertura dei cantieri, sulla riforma della giustizia, su quota 100, sull'uso del Recovery e cosi' via. Tenendo presente che noi delle proposte le abbiamo fatte e continuiamo a farle".