Salvini omaggia l'agente Apicella, ma gli urlano di andarsene

salvini poliziotto ucciso

Vai via da Napoli” è l’urlo che rimbomba in via Calata Capodichino, dove è morto l’agente Pasquale Apicella il 27 aprile scorso. Questa mattina, venerdì 5 giugno, Matteo Salvini ha voluto commemorare il poliziotto ucciso a Napoli, ma è stato contestato.

Salvini commemora il poliziotto ucciso: contestato

Il leader del Carroccio ha inaugurato oggi 5 giugno il suo tour in Campania. Al centro della sua visita, l’incontro con gli artigiani del presepe di San Gregorio Armeno, che hanno lamentato di essere stati abbandonati durante la pandemia. Il tour è iniziato con quella che potrebbe essere una gaffe grafica: in un’immagine postata via social, il leader della Lega ha sullo sfondo l’Etna invece del Vesuvio. Il post è diventato virale sui social network. Nella tappa del suo tour era già contemplata una visita al luogo della morte del poliziotto Apicella.

Apicella: i funerali con il sindaco di Napoli

Pasquale Apicella era un agente scelto del commissariato di Secondigliano morto nella notte del 27 aprile nel tentativo di fermare una banda di ladri che aveva tentato un furto con scasso in una banca di via Abate Minichini, nella città partenopea. Lo scorso 8 maggio nella Chiesa Cristiana Evangelica di Secondigliano si sono svolti i funerali, con ingressi contingentati. In tanti hanno voluto rendere omaggio all’agente e non sono mancati episodi forti. La moglie non ha trattenuto una forte commozione.

Ai funerali erano presenti anche il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, e il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris.