Salvini: "In Parlamento c'è chi difende la droga perché ne fa uso"

webinfo@adnkronos.com

"A giudicare dagli occhi che vedo la mattina in Parlamento, qualche parlamentare la difende perché ne fa uso. Avevano proposto di fare il test antidroga ai parlamentari, io posso farlo anche domani mattina...". Così Matteo Salvini, nel corso di un comizio a Pesaro, tornando a ribadire il suo no alla legalizzazione della cannabis. "Io voglio un'Italia libera dalla droga e gli spacciatori con le palle incatenati ai piedi e ai lavori forzati", aggiunge. 

LEGGI ANCHE - La replica di Sibilia: "Tra mojito e citofoni è il caso che i test li faccia lui"

"Guerra alla droga, città per città, quartiere per quartiere. La Lega è orgogliosa di aver presentato il ddl droga zero e di aver contrastato i pusher con provvedimenti concreti: Scuole sicure, videosorveglianza, assunzioni di donne e uomini delle Forze dell’Ordine, più poteri a sindaci e prefetti", le parole pronunciate in precedenza dal leader della Lega per commentare l’allarme degli esperti delle Agenzie antidroga e delle Forze di Polizia riuniti a Roma per una due giorni di lavori. 

GUARDA ANCHE - Salvini: "Orgoglioso di essere diverso"