Salvini: patrimoniale nascosta sulla casa, Lega non dirà mai sì

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 6 ott. (askanews) - "Io sono ottimista e conto che il Parlamento rispetti il mandato che ha avuto: abbiamo dato la fiducia al governo Draghi per abbassare le tasse non per aumentarle, lo stesso presidente Draghi a Confindustria ha detto 'è il momento di ridare soldi agli italiani non di prenderli', quindi non mi basta il fatto che il ministro Franco mi dica 'eh ma chi ci sarà fra qualche anno vedrà che cosa fare'. Io non ti do una delega in bianco perché fra qualche anno tu mi vada a fregare, questa è una patrimoniale nascosta". Lo ha detto il segretario leghista Matteo Salvini, in una dichiarazione rilasciata nei pressi del Senato davanti a giornalisti e telecamere, per spiegare la contrarietà del suo partito alla bozza di delega fiscale approvata ieri in Consiglio dei ministri.

"Ogni possibilità attuale o futura di un aumento della tassa sulla casa non potrà mai avere il sostegno della Lega", ha sottolineato.

Lega fuori dal Governo? "No, fuori da che cosa? Se vogliono - ha replicato Salvini - escono Letta e Conte. Il Parlamento ha dato la fiducia al presidente Draghi per abbassare le tasse, non per aumentare le tasse".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli