Salvini: Pd e Italia viva stanno dando uno spettacolo penoso -2-

Xfi

Firenze, 8 nov. (askanews) - "Emilia e Toscana sono le grandi sfide: portarle via alla sinistra, che le governa da sempre, sarebbe un risultato eccezionale", osserva Salvini parlando delle prossime regionali. Ma lo trova realistico? "Lo trovo possibile: il vento è cambiato. Pensiamo intanto a tutte le roccaforti rosse che in questi anni abbiamo conquistato". Quanto alle sconfitte registrate dalla Lega a Livorno, Firenze e Prato, secondo Salvini, "iI problema è stato il tempo. Ne abbiamo impiegato troppo per fare le scelte ed entrare in gioco. Siamo partiti tardi con la campagna elettorale, abbiamo avuto pochi mesi per spiegare la nostra visione. Siamo stati puniti". E per le regionali sarete più veloci? "Assolutamente sì". C'è già il candidato? "Abbiamo una rosa di nomi: quattro o cinque uomini e donne validissimmi, e la scelta finale arriverà dal basso, dai territori". Si è speso parecchio il nome di Del Debbio: "So che molti toscani lo vedrebbero bene come governatore, ma lui è impegnato in una professione che lo affascina".

E la Ceccardi? "Susanna è bravissima come sindaco e come europarlamentare. Il suo è un ottimo nome e fino a qualche tempo fa, sono sincero, era anche l'unico. Ma adesso, come dicevo, c'è una rosa più ampia. L'importante è fare in fretta, ribadisco".