Salvini: più severi con gli evasori ma non con i disperati

Luc

Roma, 18 ott. (askanews) - "Dobbiamo diventare più severi con gli evasori, ma non con i disperati. A volte c'è qualcuno che ha avuto verifiche, cartelle, per errori formali, per dimenticanze, per il modulo sbagliato. Va stabilita una soglia. Sento parlare di cifre ridicole. Pensare alle manette per alcune decine di migliaia di euro mi sembra veramente fuori di testa. Sicuramente chi sbaglia paga e pagare le tasse è un dovere, ma lo Stato deve mettere in condizione la gente di pagare le tasse". Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, a Radio Cusano Campus.