Salvini posta il tricolore, ma la bandiera è sbagliata

webinfo@adnkronos.com

"Ma in piazza a Roma oppure in Ungheria?". Gaffe sulla bandiera italiana per Matteo Salvini, preso di mira sui social per la grafica dell'immagine con cui invita i propri sostenitori alla manifestazione di protesta contro il governo Conte bis, il 19 ottobre a Roma. Nella locandina postata dal leader della Lega, infatti, si vede un Salvini sorridente e sullo sfondo il Colosseo, ma sotto l'indicazione del giorno della manifestazione il tricolore si trova nel verso sbagliato. La bandiera italiana vede normalmente alternarsi, a partire da sinistra, i colori verde, bianco e rosso. In questo caso, però, complice anche la resa verticale, è il rosso a cominciare, rendendo la bandiera molto simile a quella ungherese. 

"Orgoglio italiano, poi nel manifesto sbaglia il verso del tricolore - scrive la pagina 'Abolizione del suffragio universale' su Facebook - #orgoglioungherese". "Che ignoranti che siete - commenta Giovanni scherzando - ha stampato il foglio in modalità 'specchio riflesso'". Anche Federico dice la sua: "Ora non hanno più i fondi ministeriali e han dovuto agire al risparmio, era libero come graphic designer il cugino di Orban". Gigi chiede: "Invitava tutti a Budapest?" e Roberto gli fa eco: "Se gli chiedi cos'è il monumento alle sue spalle risponde il Duomo di Milano".  

Andrea resta sul tema Ungheria: "Marcia su Budapest! Che si mangia un ottimo gulash..". "Vabe dai - aggiunge Roberto - ricambia l'amore per Orban". "Proprio la bandiera non gli entra in testa", commenta Chiara e Alessandro inaugura l'hashtag #primagliungheresi.  

Per ora Salvini non ha commentato la 'svista', ma nelle locandine successive il design del tricolore è tornato al suo posto.