Salvini: in primavera ci sarà il referendum sulla legge elettorale

"Sono contento perché mi è arrivato il messaggio del governatore del Piemonte che è stato approvato dal suo Consiglio regionale il quesito, quindi è ufficiale: in primavera c'e' il referendum sulla legge elettorale". Lo ha detto Matteo Salvini nel suo intervento sul palco della Zena Fest, la festa del partito in corso a Genova. L'obiettivo, ha ribadito l'ex ministro dell'Interno, è tornare al voto con una legge elettorale nuova, perché "questo governo è figlio del tradimento e della vergogna, alla faccia del popolo italiano".

Per il via libera al quesito, che propone l'abrogazione della parte proporzionale del Rosatellum bis, dovevano votare - entro il 30 settembre - almeno 5 Consigli regionali, ed era previsto che ci fosse anche quello della Liguria che, in realtà, ancora non ha votato. In proposito è fissata una seduta ad oltranza domani.

"Già in passato ci fregarono il referendum sulla legge Fornero. Questa volta non ci accontenteremo delle Regioni, ma raccoglieremo anche milioni di firme di cittadini italiani a sostegno di una legge chiara che blocca gli 'inciuci', perché chi parla di proporzionale, Pd e M5s, lo fa solo per salvare la poltrona", ha detto ancora il segretario della Lega.