Salvini: "Quando torniamo al governo sigilliamo i porti"

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

"Noi ci salutiamo col gomito, andiamo in giro con le mascherine e stiamo attenti alle misure di sicurezza anti Covid, poi a Lampedusa sbarcano un sacco di balordi e i geni li spargono nelle regioni italiane. Siamo un Paese strano, teniamo in stato di emergenza gli italiani e facciamo sbarcare migliaia di persone che scappano da una guerra molto particolare, sbarcano con barboncini al guinzaglio, cappelli di paglia e telefonini ultimo modello. Appena ci rimandate al governo torneremo a sigillare i porti come abbiamo sempre fatto". Così il leader della Lega Matteo Salvini ad Avezzano (L’Aquila), in conferenza con il candidato sindaco Lega Tiziano Genovesi.

"I sindaci - ha continuato Salvini - sono fondamentali, sono la spina dorsale di questo Paese, a contatto quotidiano con i cittadini, e se Genova ha restituito il ponte in tempo record è perchè grazie all'esistenza della Lega abbiamo azzerato la burocrazia, mi auguro che ad Avezzano ci sia un sindaco che è uno di voi, sia e resti in mezzo a voi. In bocca al lupo Tiziano".