Salvini, Renzi porta in Tribunale Belpietro: non ho fatto abusi

Pol/Tor

Roma, 4 ago. (askanews) - "I giornalisti che fanno il loro dovere vanno difesi, comunque la si pensi. I giornalisti che diffamano vanno portati in giudizio, comunque la si pensi". L'ex premier Pd Matteo Renzi ha annunciato via Fb querela per diffamazione nei confronti del direttore della Verità Maurizio Belpietro.

"Per giustificare gli attacchi di Salvini ai giornalisti - argomenta Renzi- oggi il direttore de La Verità, Maurizio Belpietro, scrive un editoriale sugli "abusi di Renzi". Ricapitolo i fatti: Salvini fa salire il figlio su una moto d'acqua della polizia, la polizia cerca di impedire le riprese, Salvini attacca il videomaker dicendogli di occuparsi di altro "se gli piacciono i bambini", quasi nessuno della stampa fiata in conferenza stampa. E Belpietro che fa? Parla di miei presunti abusi. La mia opinione la sapete. Ho chiesto di lasciare stare il figlio di Salvini perché noi siamo persone civili, non attacchiamo i minorenni (mi rimane il dubbio di sapere che cosa avrebbero fatto loro se sulla moto d'acqua ci fosse salito mio figlio, ma lasciamo stare). Ho dato solidarietà a Repubblica e a quel videomaker ferito dalle paure del Ministro che dovrebbe garantire la nostra sicurezza e ferito dal silenzio dei colleghi. E oggi cito in giudizio Maurizio Belpietro perché io non ho fatto abusi: il 50% all'associazione di volontariato, come sempre, lo decideremo insieme".