Salvini: "Sfido M5S e Pd ad allearsi, in Umbria vinciamo"

webinfo@adnkronos.com

Se M5S e Pd vogliono allearsi alle Regionali come proposto da Dario Franceschini "lo facciano. Nel nome della poltrona non conoscono vergogna, lo facciano anche in Umbria, li sfido". Lo ha affermato Matteo Salvini, parlando con i giornalisti ad Orvieto. "Si sono denunciati, minacciati insultati fino a ieri -prosegue l'ex ministro dell'Interno- per cercare di salvare la poltrona si mettono insieme. Tanto in Umbria si vince, il 27 ottobre verrà ricordata come la festa della libertà dell'Umbria e degli umbri. Quindi possono inventarsi qualsiasi cosa, gli può andare bene a Roma per qualche tempo, in Umbria si cambia, la sinistra ne ha combinate troppe in Umbria, non sono minimamente preoccupato". 

M5S e Pd, ha aggiunto il leader della Lega, "si stanno scannando anche stamattina per quaranta poltrone da sottosegretari . Ho visto che anche oggi gli ultimi sondaggi dicono che la Lega è di gran lunga il primo partito italiano. Quindi non penso potranno andare avanti a lungo solo legati dalle poltrone, perché sull'immigrazione hanno già cominciato a litigare, sulle tasse hanno già cominciato a litigare, sulle pensioni hanno già cominciato a litigare, sulle infrastrutture e sulle autostrade hanno già cominciato a litigare". 

Infine, sulla vicenda dell'utilizzo dei voli di Stato, Salvini ha sottolineato che "hanno chiesto l'archiviazione, la Polizia ha confermato che tutto è regolare". "Che il ministro che si occupa di Polizia prenda l'areo della Polizia non mi sembra una cosa molto particolare".