Salvini si è detto "stupito negativamente" dalle parole di Draghi

·1 minuto per la lettura

AGI - "Sono rimasto stupito negativamente. Ma non voglio commentare le sue parole": è quanto afferma il leader leghista, Matteo Salvini, in merito alle parole del premier Mario Draghi sugli appelli a non vaccinarsi. In un'intervista al Corriere della Sera, Salvini, ha spiegato di non aver sentito Draghi dopo quella dichiarazione: "No, l'avevo sentito prima del Consiglio dei ministri e avevamo dialogato amabilmente su tante questioni. Se aveva qualche osservazione da muovermi poteva dirmelo al telefono e non attraverso una conferenza stampa".

Sul Green pass Salvini ha ribadito la sua posizione: "Resto contrario, sono contento che non sia passato il cosiddetto modello francese che sarebbe stato molto più restrittivo. Abbiamo cercato di limitare i danni che sarebbero derivati nel caso di applicazione estensiva (nei bar, sui treni, nei luoghi di lavoro). Avremmo tolto i diritti civili a 30 milioni di persone. Vedremo fra 15 giorni".

Quanto alle proteste di piazza contro il Green pass, Salvini ha osservato: "Chi manifesta non è No vax. Conosco tanta gente che è vaccinata che si oppone alle restrizioni e che invoca la libertà di scelta. Mercoledì a Roma saranno in tanti a far sentire la loro voce, non vedo che male facciano. Di certo non sarò io a ghettizzarli. E altrettanto sicuramente non voglio vivere in una nuova Unione Sovietica". Mentre sulla vaccinazione effettuata ieri spiega: "La vaccinazione era stata prenotata per tempo, mica si può decidere dalla sera alla mattina...".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli