Salvini si riscopre 'rosso': "Leggo un libro su Mao"

webinfo@adnkronos.com

"Ho iniziato a leggere un libro su Mao...". Matteo Salvini si riscopre 'rosso'. Sarà perché, raccontano, il suo pallino è vincere anche in Emilia-Romagna, espugnando una delle storiche regioni rosse, appunto, il leader della Lega ora rivela di dedicarsi alla lettura del rivoluzionario Mao Tse-tung, che fece vincere il comunismo in Cina. E lo fa in occasione di un punto stampa dopo il suo intervento al Festival del lavoro 'Anteprima 2020', organizzato dai consulenti del lavoro a Roma, sulla vicenda Ilva. 

Raccontano, però, che in realtà il 'Capitano' stia leggendo un libro su il 'nuovo Mao', ovvero l'attuale presidente della Repubblica popolare cinese e segretario generale del Partito comunista, Xi Jinping, dove ci sono ampi capitoli, che raffrontano la figura del 'grande timoniere' con l'attuale leader cinese. Si tratta del nuovo volume storico scritto dal direttore del Tg2, Gennaro Sangiuliano, dal titolo 'Il nuovo Mao, Xi Jinping e l'ascesa al potere nella Cina di oggi', edito dalla Mondadori e che sarà presentato il prossimo 6 dicembre proprio da Salvini nella 'Sala Colucci', del Centro Congressi di Confcommercio a Milano.