Salvini: "Siamo in una Repubblica giudiziaria, la cambieremo"

webinfo@adnkronos.com

"Siamo in una Repubblica giudiziaria, la cambieremo". Così Matteo Salvini nel corso di una diretta Facebook. Il leader della Lega torna a parlare dei migranti e del caso Gregoretti. "Il 12 febbraio sarà un mercoledì. Il 12 febbraio il Senato deciderà per il primo di questi processi e io chiederò di andare a processo" ribadisce. 

"Un processo al giorno rende sempre più tonico il Salvini e non si toglie di torno" scherza poi il leader del Carroccio riguardo all'ultima richiesta di processo nei suoi confronti per il caso Open Arms. "Ormai è come la collezione delle figurine Panini... C'è chi colleziona calciatori e chi colleziona richiesta di processo. Pensano di farmi paura?", domanda il leader leghista. "No, perché ritengo di fare il mio lavoro, il mio dovere, di aver difeso i confini, gli interessi, l'onore del mio Paese. Semmai a processo ci dovranno andare - e si troverà un giudice che avrà la libertà di farlo - coloro che hanno svenduto il nostro Paese, le aziende e il futuro degli italiani".