Salvini su omicidio Luca Sacchi: “Carcere a vita per gli assassini”

Crisi di governo Conte sfida Salvini

Luca Sacchi è il giovane personal trainer di Roma, morto a 24 anni, per difendere la ragazza da un tentativo di rapina. La vicenda è questa: intorno alle 23.20 di giovedì 17 Ottobre 2019, due persone, probabilmente italiane, hanno tentato di rapinare lui e la ragazza di 25 anni. L’aggressione è avvenuta fuori dal pub John Cabot, in via Mommsen, in zona Caffarella, a Roma.

Anastasiya, colpita alla nuca, ha consegnato subito lo zainetto. Luca, invece, ha reagito. I rapinatori, poi fuggiti a bordo di un Smart, gli hanno sparato un colpo alla testa che ha causato la morte del giovane. Le indagini riguardano un omicidio volontario.

Salvini su omicidio Luca Sacchi

Matteo Salvini ha voluto commentare su Twitter quanto accaduto: “Carcere a vita per questi maledetti assassini, altro che “permesso premio”. Una preghiera per il povero Luca”. Il post è stato pubblicato nel pomeriggio di oggi, giovedì 24 Ottobre 2019. In poco tempo ha raccolto centinaia di aprezzamenti e condivisioni.

Il leader della Lega avrebbe anche detto: “Sono addolorato e commosso. Prego per Luca e sono vicino alla sua famiglia. Ma sono anche incredulo e sdegnato perché è inconcepibile quello che è accaduto. Da ex ministro dell’Interno fa ancora più male vedere tutta l’insicurezza della Capitale governata dai 5 Stelle e i tagli disastrosi che Renzi, Conte e Zingaretti fanno al fondo per le forze dell’ordine”.

Il commento di Conte

Il premier Giuseppe Conte, a margine della visita all’azienda di Brunello Cucinelli, ha risposto agli attacchi di Matteo Salvini in seguito all’omicidio di Roma: “Se qualcuno si permette di fare speculazioni su un fatto del genere in campagna elettorale lo trovo miserabile”.