Salvini su Twitter: “Sarò indagato per il caso Open Arms”

open-arms

Matteo Salvini, leader leghista, attraverso il suo profilo Twitter annuncia che sarà indagato per il caso Open Arms. L’imbarcazione della Ong spagnola ha atteso 19 giorni in mare in attesa di un porto sicuro.

Salvini indagato per Open Arms

L’ex ministro degli Interni Matteo Salvini, con il suo solito modus operandi, ha comunicato su twitter che sarà indagato per il caso Open Arms: “Porti chiusi a scafisti e Ong, in arrivo un’altra indagine contro di me per sequestro di persona. Nessun problema, nessun dubbio, nessuna paura. Difendere i confini e la sicurezza dell’Italia per me è stato, è e sarà sempre un orgoglio”. L’imbarcazione della Ong spagnola era rimasta in mare per 19 giorni, prima di attraccare a Lampedusa, aspettando il consenso delle autorità italiane. Lo sbarco è avvenuto il 20 Agosto 2019 grazie alla Procura di Agrigento che ha ordinato il sequestro della nave.

Le parole del GIP

Il 29 Agosto 2019 il GIP di Agrigento ha convalidato il sequestro dell’imbarcazione ma non il trattenimento della nave in quanto: “Non sussistono esigenze probatorie anche in considerazione del fatto che non si ascrive all’organizzazione e all’equipaggio alcuna responsabilità“.

Infine ha proseguito annunciando la sua indagine: “Sussiste il fumus del reato di sequestro di persona da parte di pubblici ufficiali in corso di identificazione”.

Dopo il 14 Agosto, data in cui il Tar del Lazio ha autorizzato il transito nelle acque italiane, i migranti sarebbero stati “trattenuti indebitamente”. Inoltro secondo il giudice: “È stato omesso il preciso obbligo di individuare un porto sicuro spettante all’Italia in quanto primo porto di approdo in base al trattato di Dublino”.