Salvini: tutti in passato hanno collaborato con Putin e Russia

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 19 set. (askanews) - "Tutti in passato, e dico tutti, hanno collaborato con Putin e con la Russia", "ma la guerra ha cambiato tutto" e la Lega, dopo avere sostenuto ogni misura del Governo sul tema, "comprese le sanzioni alla Russia", continuerà "a difendere l'Ucraina e a lavorare per la pace". Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, in un'intervista a Newsmax, sito statunitense d'informazione d'orientamento conservatore, prima di aggiungere che "le sanzioni e la guerra stanno comportando conseguenze drammatiche per le famiglie e le imprese italiane".

"I dati del Fondo Monetario Internazionale ipotizzano un enorme surplus commerciale entro la fine dell'anno, che potrebbe superare anche i 200 miliardi di dollari. Per per questo" la Lega "chiede un intervento protettivo da parte dell'Ue per le imprese e i lavoratori italiani, come è successo quando è scoppiata l'emergenza Covid" ha aggiunto Salvini, prima di augurarsi che "la diplomazia prevalga il prima possibile" sulla guerra in corso tra Russia e Ucraina.

"Molti politici italiani si sono riscoperti ferventi sostenitori di Washington solo perché Donald Trump non è più il presidente. Il nostro rapporto con Washington è sempre stato solido" ha osservato infine.