Saman Abbas, arrestato il padre in Pakistan: cosa succede adesso

Saman Abbas, arrestato il padre in Pakistan: cosa succede ora (Foto Facebook)
Saman Abbas, arrestato il padre in Pakistan: cosa succede ora (Foto Facebook)

Il padre di Saman Abbas, la 18enne pakistana scomparsa a Novellara di Reggio Emilia tra il 30 aprile e il 1° maggio 2021, è stato arrestato in Pakistan. L'uomo è sospettato dell'omicidio della figlia, il cui corpo non è mai stato ritrovato. Domani, nel corso di una udienza a Islamabad, l'uomo dovrebbe ricevere la notifica del mandato di cattura internazionale per l'omicidio della figlia 18enne, scomparsa dopo avere rifiutato un matrimonio combinato.

LEGGI ANCHE: Saman Abbas, "arrestato il padre in Pakistan"

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Il caso Saman Abbas: le tappe della vicenda che ha sconvolto la comunità di Novellara

Proprio qualche giorno fa il Pakistan aveva emesso un ordine di cattura nei confronti dei genitori della ragazza. Il padre e la madre di Saman Abbas erano tornati in patria all'indomani della sparizione della figlia. Entrambi sono latitanti. Secondo l'accusa, ad uccidere Saman Abbas sarebbe stato lo zio Danish Hasnain, già arrestato, con l'aiuto dei cugini Ikram Ijaz e Nomanhulaq Nomanhulaq, che dopo essere stati arrestati si trovano in carcere a Reggio Emilia.

LEGGI ANCHE: Arrestato per frode il padre di Saman Abbas

Secondo gli investigatori italiani, il padre di Saman Abbas avrebbe confessato il delitto al telefono poco più di un mese dopo la scomparsa di sua figlia. Durante una telefonata a un parente in Italia avrebbe detto: "Ho ucciso mia figlia". La conversazione è agli atti del processo che inizierà a febbraio a carico dei familiari.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Omicidio Saman Abbas, lo zio paterno estradato in Italia