Saman Abbas: lo zio arrestato a Parigi

·2 minuto per la lettura
 Danish Hasnain (Facebook)
Danish Hasnain (Facebook)

Svolta nelle indagini sull'omicidio di Saman Abbas, la ragazza di origini pachistane scomparsa in provincia di Reggio Emilia. Lo zio della giovane, Danish Hasnain, è stato arrestato questa mattina in un appartamento della periferia di Parigi dove l'uomo si trovava con alcuni connazionali, estranei all'accaduto.

Il pachistano è stato bloccato dalla polizia francese, in esecuzione di un mandato di arresto europeo, rintracciato in collaborazione con i carabinieri del nucleo investigativo di Reggio Emilia. Hasnain è uno dei cinque parenti della 18enne indagati per l'omicidio. 

Al momento del fermo, Danish Hasnain non aveva documenti con sé e sarebbe stato riconosciuto da un neo sul volto. A quanto pare avrebbe contribuito a individuarlo nella capitale francese l'utilizzo di profili social, con utenze non a lui riconducibili.

GUARDA ANCHE - Il caso Saman Abbas, le tappe della vicenda

LEGGI ANCHE: Caso Saman, lettera anonima: "Corpo fatto a pezzi, è nel fiume"

La giovane, in Italia con la famiglia dal 2016, si era ribellata a un matrimonio forzato in patria ed è scomparsa da Novellara, in provincia di Reggio Emilia, dal 30 aprile. Secondo le ipotesi degli inquirenti, la ragazza è stata uccisa con la complicità dei parenti per essersi opposta ai dettami delle loro tradizioni. Successivamente il corpo senza vita della giovane sarebbe stato occultato.

L'arresto di Danish Hasnain, per la procuratrice di Reggio Emilia Isabella Chiesi, è "fondamentale perché ci consentirà di avere una versione dei fatti, sempre che la voglia rendere, delle indicazioni anche su dove si trova il corpo di Saman". Dal momento che il cugino Ikram Ijaz è già in carcere, la procuratrice ha parlato della possibilità di "mettere nel caso a confronto le versioni dei fatti" dei due indagati. In base agli accertamenti fatti su Hasnain, "riteniamo che fosse la mente di questo progetto criminoso pazzesco".

LEGGI ANCHE: Si innamora di un ragazzo pachistano: sequestrata per settimane dalla famiglia

GUARDA ANCHE: Chi l'ha visto, aggiornamenti su Saman Abbas: parla il fidanzato

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli