Saman Abbas, ricerche sospese dopo due mesi

·1 minuto per la lettura

Sospese le ricerche di Saman Abbas, la 18enne pachistana scomparsa dopo aver rifiutato un matrimonio combinato. Della giovane non si hanno più notizie dal 30 aprile scorso e i controlli sono durati oltre due mesi nell’area dell’azienda agricola di Novellara, dove abitavano e lavoravano i suoi genitori.

Ricerche sospese, ma proseguono le indagini dei carabinieri del nucleo investigativo di Reggio Emilia e della compagnia di Guastalla, coordinati dalla Procura reggiana. Si cercano informazioni per ritrovare il corpo della ragazza e catturare le persone, ritenute responsabili dell’omicidio e dell’occultamento del cadavere. In più di due mesi di ricerche sono stati impiegati in tutto cinquecento carabinieri, unità cinofile, anche della polizia tedesca e di un'associazione volontaria svizzera, elicotteri, le unità della forestale dell’arma, vigili del fuoco e polizia provinciale, oltre all'uso di geoscanner, elettro-magnetometri e droni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli