Saman Abbas: Scalfarotto, 'cultura diversa non è alibi, ragazze non sono sole'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 8 giu. (Adnkronos) – “L'Italia deve essere un luogo dove si può arrivare legalmente e integrarsi. Ma sia chiaro, integrarsi non vuol dire solo lavorare e pagare le tasse. Integrarsi significa accettare quel nucleo fondante dei valori della nostra cultura e della nostra democrazia che sono inderogabili”. Così in una intervista al Corriere della Sera il sottosegretario all’Interno Ivan Scalfarotto.

“Non si può usare l'alibi della propria cultura di provenienza per perpetrare simili efferatezze. Ripeto, integrarsi significa accettare i nostri valori come la parità di diritti tra uomini e donne, la laicità dello Stato per cui peccati e reati non devono essere confusi. E poi l'autodeterminazione delle persone: nessuno deve essere costretto a prendere decisioni sulla propria vita contro la propria volontà “, spiega il Sottosegretario di Italia Viva.

“Le ragazze che in Italia subiscono abusi devono sapere che le autorità e le istituzioni sono dalla loro parte e che sono pronti a proteggerle. È necessario far circolare il più possibile queste informazioni: i media e i social sono molto importanti ma non solo. La scuola è uno strumento potente per veicolare messaggi di integrazione e di inclusione”, conclude Scalfarotto .