San Giuliano, trovate morte in un campo: identificato l'investitore

·1 minuto per la lettura
San Giuliano, trovate morte in un campo: identificato l'investitore  (Photo by Riccardo Fabi/NurPhoto via Getty Images)
San Giuliano, trovate morte in un campo: identificato l'investitore (Photo by Riccardo Fabi/NurPhoto via Getty Images)

E' stato identificato ed è indagato per duplice omicidio colposo il bracciante che avrebbe investito, con un mezzo agricolo, Hanan Nekhla, 32 anni, e l'amica Sara El Jaafari, 28 anni, le due donne trovate morte in un campo di mais a San Giuliano Milanese, a pochi passi da Milano. L'uomo ha detto agli inquirenti di non essersi accorto di nulla. E' stato anche sequestrato il mezzo che ha travolto le donne: verrà sottoposto a analisi e accertamenti.

Il procuratore della Repubblica di Lodi, Domenico Chiaro, sottolinea che "si tratta, semplicemente, di un atto dovuto" per consentire all'uomo indagato di partecipare con un proprio consulente, se lo riterrà opportuno, ad accertamenti irripetibili come le autopsie di domani.

Una delle due vittime dell'incidente era riuscita a dare l'allarme al 112, spiegando che entrambe erano state investite in un campo di mais: a travolgerle è stato un mezzo utilizzato per lo spargimento di insetticidi e non, come era emerso inizialmente, una mietitrebbia. Dopo la telefonata, che si era interrotta bruscamente, erano partite le ricerche: solo quasi 36 ore dopo carabinieri e vigili del fuoco hanno trovato i corpi, in un campo al confine tra San Giuliano Milanese e Locate di Triulzi.

GUARDA ANCHE - Incendio in un'azienda del Milanese

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli