San Pietroburgo, lo storico Sokolov accusato di femminicidio

San Pietroburgo, 11 nov. (askanews) - Ha confessato di aver fatto a pezzi la fidanzata Anastasia, 39 anni meno di lui. Oleg Sokolov è uno storico, specialista di Napoleone Bonaparte, professore universitario a San Pietroburgo, imputato di un clamoroso caso di femminicidio.

E' stato ripescato dai sommozzatori nel fiume Moika, vestito da imperatore francese; aveva uno zaino con le braccia di una donna. La polizia ha trovato il resto nell'appartamento che la coppia condivideva. Anastasia Echchenko, 24 anni, era stata una studentessa di Sokolov. Insieme avevano scritto vari libri.

Il docente aveva comportamenti eccentrici, si faceva chiamare "sire". Ma era più noto per l'attività accademica, le consulenze cinematografiche, la cooperazione con l'ISSEP, la scuola politica di Marion Maréchal, nipote di Marion Le Pen.

Sokolov però era già stato denunciato per violenza e minacce contro un'altra donna. Nella confessione afferma di aver ucciso Anastasia al culmine di una lite, poi avrebbe deciso di mutilarla e gettarla nel fiume.